lunedì 23 giugno 2008

Non c'è molto da dire

Venerdì mattina ero totalmente in apnea. Respiri profondi, mancanza di lucidità e mani sudate. Tutto questo fino alle 14.10 quando ho preso la moto per andare al luogo dove avrei fatto il rogito.
Arrivo e scopro che mio padre è stato borseggiato dei documenti in metropolitana. Del resto se uno ha il borsello a tracolla e lo tiene dietro la schiena non è che si può aspettare di meno. Ma pazienza, meno male, piuttosto, che non aveva l'assegno della banca per coprire la cifra richiesta all'estinzione del mutuo dei precedenti proprietari! Sarebbe stata una bella sorpresa!
Comunque, durante l'atto ero più che tranquillo, quasi mi spaventavo. In un istante di pazzia sono riuscito a fare anche delle battute in presenza del notaio come il certificare che mio padre lo fosse realmente (ed io a rispondere: così mi hanno detto fino ad adesso).
Risultato: sono un neo-proprietario di casa. E me ne compiaccio.

Concludo dicendo che per la prossima settimana non ci saranno post scritti ex-novo. Ne ho preparato una serie che dureranno fino al 30 giugno. Mi auguro che siano di vostro gradimento. O quantomeno so che Scacca e Nicola apprezzeranno.

3 commenti:

lucia ha detto...

ovvia! bello!!! ora paghi da be'!

Fuma ha detto...

Bah! Tu inizia pure a bere. Se poi un giorno riesco a venire a Dresda (TE(deskia)) pago il conto :P

Renata ha detto...

This is great info to know.