martedì 8 gennaio 2008

Back from Rome

Il mio annuale pellegrinaggio a Roma ha avuto oggi il suo epilogo. Ritorno, dopo un week-end lungo, alla bruma milanese sebbene sulle sponde del Tevere abbia avuto modo di sentirmi a casa fra pioggia e Scighéra.
La cosa bella che mi piace di Roma è il suo aspetto caciarone. Sempre allegra, sempre viva e pulsante in contrapposizione al grigiore e alla chiusura dei milanesi. Questa è una cosa che "noi del nord" dobbiamo imparare.
Delle tante cose viste e fatte durante il mio soggiorno, vale la pena di ricordare la mostra di Gauguin della quale la cosa più bella è stata una noce di cocco intagliata con motivi maori. Autore: sconosciuto.
Lunedì è stata una giornata abbastanza singolare. Oltre ad aver fatto il turista solitario, visto che il mio ospite (Michele, amico d'infanzia) lavorava, e quindi essermi fatto a piedi da Ponte Lungo a Fontana di Trevi (passando per S. Giovanni in Laterano, Colosseo, Fori Imperiali, Vittoriano) e aver girato lì attorno (Pantheon, Palazzo Madama, Galleria Sordi), ho avuto anche modo di andare a vedere la mostra della Pop-Art alle stalle del Quirinale. L'occasione, interessante anche perché avevo un accredito a nome Fumarola (miracoli delle amicizie), è stata utile per aumentare il mio bagaglio artistico. La mostra dura fino al 27 gennaio. Se riuscite andateci. Nel culo della situazione sono riuscito anche a vedere, da posizione rialzata, il cambio della guardia dei corazzieri a cavallo.
Roma ha sempre avuto la capacità di rigenerarmi. Quando torno a casa mi trovo rinato. E questa volta non fa eccezione


Mel Ramos - Virnaburger

3 commenti:

ValeZot ha detto...

Bentornato! :) Ti capisco pienamente: Roma è magnifica! A proposito di mostre io consiglio quella di David La Cappella (LaChapelle :P ), ma è finita il 6 gennaio, arrivo in effetti tardi a consigliarla. Inoltre consiglio la lettura dei "Ragazzi di Anansi" di Neil Gaiman, libro veramente molto bello, che ho letto in 3 giorni!^_^ Lo confesso: l'ho letto così velocemente per colpa del Fuma che mi ha messo la pulce nell'orecchio!:P Domani te la faccio pagare! :)

ni ha detto...

Merito della Capitale, o di saltimbocca, sarcicce, costicciòle, agnolotti, e bucatini vari???

Và là, che t'ho capito!!! E' il terzo tempo del tour a riggggeneratte!! ;)


Seriamente, quoto appieno: Roma ha dalla sua la caciara perpetua che tanto manca al nord e che tanto la rende una città gaudente, che fa sorridere.
Almeno a me lo fa. Ma è aria de casa:)

Fuma ha detto...

Ma guarda: non ho mangiato enanche tanto. In compenso ho scoperto che adesso, al McDonald, ci sono le hostess (con la h aspirata da alitata) che ti vengono a portare il cibo al tavolo quando è pronto. Ed insomma... non è che le prendano brutte :D