venerdì 2 maggio 2008

L'uomo di ferro

Buio in sala. Trebarraquattro secondi di silenzio e di nero sullo schermo. Poi immagini e suoni si fanno presenti. Un veicolo militare sta percorrendo una strada afgana con la colonna sonora di Back in Black degli AC/DC. Sull'Hummer ci sono dei militari americani, ma c'è anche un civile: Tony Stark. Il clima è teso, si è in una zona di guerra, ma Stark alleggerisce la tensione. I militari stanno al gioco, ma nessuno si godrà il momento perché la colonna militare viene attaccata, falcidiata da dei terroristi. Il futuro uomo di ferro è l'unico che sopravvive e parte il flashback che permette allo spettatore di capire come si è arrivati all'inizio.
Inizia così Iron Man, nuovo film fumettoso basato sulla omonima serie a fumetti della Marvel. Il film scorre piacevole da vedere con una buona regia ed una buona scelta degli attori principali. La storia segue, rimodernizzata, le origini di Iron Man, spostate dal Vietnam all'Afganistan e, come per altri precedenti illustri, il tutto è ad uso e consumo della costruzione e presentazione del personaggio. Infatti è già stato annunciato che sarà una trilogia (già intuibile dalla battuta "La prossima volta" di Jim Rhodes/War Machine di fronte alla possibilità di indossare una seconda armatura). Ma andiamo con calma, perché, se le mie intuizioni sono esatte, ci troviamo di fronte al primo capitolo di una saga che coinvolgerà altri personaggi. Già nel prossimo film di Hulk avremo fra i personaggi Tony Stark interpretato da Robert Downey Jr che, guarda caso, è proprio Iron Man nel film appena uscito.
Seguendo la regole delle tre C, questa è la prima ed è quindi un caso.
Durante il film, però abbiamo continui rimandi ad una agenzia governativa indipendente dal nome acronimo di S.H.I.E.L.D. Seconda C che sta per coincidenza.
Mettiamo anche che nel 2009 uscirà il film su Thor, che se vi fermate fino alla fine dei titoli di coda, avrete la chicca. Iron Man, Hulk, Thor. Chi ha detto vendicatori? Terza C, Certezza.
La domanda che uno si chiede è: assisteremo all'innesto della continuity Marvel anche al cinema? O quantomeno ad una supersaga che porterà al film del supergruppo con conseguenti origini di Capitan America?



1 commento:

niccolo' ha detto...

Figata completa!!!