martedì 16 settembre 2008

L'Italia non è un paese razzista

È la cantilena che si sente ripetere da due giorni a questa parte in seguito all'uccisione, a sprangate in faccia, di un ragazzo di colore reo di aver rubato dei dolci.
L'Italia non è un paese razzista nella stessa misura per la quale l'Italia non è un paese cattolico.
L'Italia non è un paese razzista nella stessa misura per la quale in Italia non ci sono mafiosi al governo.
L'Italia non è un paese razzista nella stessa misura per la quale in Italia l'ultima campagna elettorale non è stata incentrata sulla paura del diverso e dello straniero.

Ora respirate.

L'Italia è un paese razzista perché abbiamo avuto il ventennio fascista. E certe cose non sono andate perdute.
L'Italia è un paese razzista perché la Lega ha basato la sua campagna elettorale sull'alimentare la paura dello straniero che viene in Italia a rubare i nostri averi, stuprare le nostre donne e rubare il nostro lavoro. E la Lega è al governo grazie anche ad un aumento sostanziale della base elettorale.
L'Italia è un paese razzista perché gli on. La Russa, Mussolni (!!!), Santanché, Storace, Alemanno, hanno sempre salutato romano e solo perché non alzano la mano destra tesa da qualche anno non vuol dire che mentalmente non lo facciano.
L'Italia è un paese razzista perché esponenti dell'attuale governo hanno espresso il desiderio di sparare ai barconi pieni di gente che arrivano dall'Africa.
L'Italia è un paese razzista.


2 commenti:

Alfa ha detto...

Il razzismo italiano a mio parere esiste, ma è nei confronti di chi è arrogante e non rispetta il prossimo indifferentemente dal colore della pelle. Caro fuma ti invito a venire a vivere a Padova, la mia città, per fare un giro nelle zone più degradate. Scommetto che diventeresti anche tu insofferente (qualcuno direbbe razzista) verso coloro che sono poco rispettosi nei confronti degli altri, e parlo di spaccio, furti, rapine, atti vandalici e sporcizia.

maurob ha detto...

Il razzismo è un comportameno umano, quasi indistruttible, dato che èlegato dall'ingoranza e dalla poca conoscenza.
Però ce da pensare che non solo gli italiani o i bianchi sono razzisti ma anche le etnia che sono spesso sono ritenute soffrire il razzismo, anche uomini di colori o arabi. Pensare che gli arabi pensono che gli uomini di colore siano inferiori, gi stessi uomini di colore spesso hanno dei preconcetti razzisti contro le persone di pelle chiara o bianca.
Insomma senza conscenza difficile eliminare i razzismo e non si fa a suon di punizioni ma tramite conscenza e approfondimenti ... Da cui nulla toglie che se uno è stronzo lo è anche se di razza nera, binca, gialla, verde o viola...