mercoledì 12 dicembre 2007

What if...?

Qualche giorno fa avevo inserito su questo blog il video The pretender dei Foo Fighter. Sinceramente è un po' di giorni che continuo a sentire sia The pretender che Long road to ruin (dovrò decidermi a scaricare l'album). Le trovo semplicemente fantastiche. Ascolta, ascolta, ascolta non ho potuto fare a meno di pormi una domanda nel puro stile What if...?

4 aprile 1994. Kurt Donald Cobain si suicida.
Quel giorno, quell'istante, è stato un giro di boa per tutti. Per Cobain che... beh... aveva deciso di farla finita. Per i fans che non avevano più i Nirvana. Per Krist Novoselic che si è dato all'attivismo politico. Ma soprattutto per Dave Grohl che da batterista dei Nirvana si è reinventato chitarrista e frontman dei Foo Foghters.
La domanda è quindi la seguente. Se Cobain non fosse morto, Grohl avrebbe creato i Foo Fighters? Avrebbe fatto tutte le collaborazioni che ha avuto con altri musicisti (Queen , Queen of the stone age, Motӧrhead, etc.)? O sarebbe rimasto tranquillo (!) alla batteria dei Nirvana?

A voi l'ardua sentenza. Scatenate la fantasia.

8 commenti:

Curioso ha detto...

Ma, soprattutto, che hai mangiato a pranzo per scrivere ste cazzate alle 17:19? E te ne posso dare un'altra porzione, così faccio vedere anche agli altri?


Ah, dimenticavo, che lo Strudel sia con te (mannaggiattechenonlavori!) ;)

Poros ha detto...

Imho, da ignorantone musicale (ma amante sia dei Nirvana che,meno, dei Foo F.), potrei azzardare che secondo me sarebbe rimasto tranquillo batterista fino allo scoglimento dei Nirvana (per litigi? Manager squali? Yoko Ono? Qualsiasi altro motivo?), e dopo si sarebbe ritirato a vita privata (fino ad una reunion in tarda età)... il fatto di trovarsi senza band e ancora tanta vita davanti probabilmente gli ha dato la spinta per rimettersi in gioco, e in maniera più che soddisfacente.
Ovviamente, sono cazzate tanto per dire...

ValeZot ha detto...

L'ipotesi più gettonata nel mio cervello è (din din din din din, rullo di neuroni!): la C!!! La esporrò or ora in velocità warp:

C) Grohl avrebbe continuato a suonare nei Nirvana, ma avrebbe poi fondato i Foo Fighters (ma anche Foghters,mi piace :P) in quanto i primi si sarebbero sciolti nel 1995 per colpa dell'individuo Cobain che voleva allevare secondo i dettami buddisti la figlia in pace e armonia. Cobain, nel giugno del '96 affronterà poi una causa di divorzio dalla bionda moglie in quando fuggita con un alpaca Imalayano... potrei continuare, ma mi fermo :P

La morale per oggi è: i Foo Fighters alla fin fine si sarebbero formati cmq!^_^ PUF!

scacchino ha detto...

Che domanda è?
Se non si fosse suicidato Cobain si sarebbe suicidato Grohl. Era una scommessa tra i due e Kurt ha perso.

No, dai, non ditemi che non lo sapevate!

Curioso ha detto...

Kurt avrebbe dovuto pagargli pure 100$. Grohl ancora li deve vedere. Lavora così tanto, da allora, per rifarsi.

mylla ha detto...

La tesi di Valezot mi piace! Non sopportavo né sopporto quella vaccaccia della Love. Quando morì Cobain ero in pieno ascolto dei Nirvana, la ammetto, ci frignucchiai un po', ero giovine, potevo permettermelo. Sai cosa mi fa specie? Vedere quando Grohl si sia presumibilmente "ripulito", l'ambiente Nirvana, a dispetto del nome, non doveva certo essere dei migliori... Speriamo che abbia imparato dall'amico morto a conservarsi bene. Mi chiedo come stia crescendo quella povera figliola rimasta con quella drogata della Love... certa gente dovrebbe diventare sterile al primo buco fattosi. Kiss

Fuma ha detto...

Da quello che so Peach Cobain rinnega il padre. Mi pare abbastanza sintomatico...
Le tesi mi piacciono tutte, alla fin fine finché si spazia nell'assurdo non c'è nulla che sia brutto.
La mia tesi? Probabilmente Grohl avrebbe lasciato lo stesso i Nirvana dopo un paio d'anni. L'uso di alcool e droghe avrebbe sfasciato il gruppo e così ognuno si sarebbe mandato a cagare. Cobain avrebbe fatto un'album solista che avrebbe venduto, ma non convinto, mentre Grohl avrebbe fatto qualcosa di completamente diverso dai Foo Fighters. Poi, nel 2005, avrebbero dato luogo ad un reunion "one night only". Prendendoci gusto per essersi ritrovati assieme come ai vecchi tempi avrebbero iniziato la lavorazione di un album in studio introspettivo che rilanciasse l'immagine sbiadita e rovinata dei Nirvana. L'album non verrà mai completato per i dissidi fra Cobain e Grohl in termini di scelte musicali.

Doroti ha detto...

ovviamente si, i grandi quando sanno di essere bravi e sognano la notorietà,non restano rilegati a batteristi dei nirvana, vogliono osare, devono se credono di riuscire, e lui ci è riuscito...