venerdì 6 marzo 2009

Chi custodisce i custodi?

Oggi uscirà in contemporanea mondiale Watchmen, film basato/tratto dall'omonima graphic novel di Alan Moore e Dave Gibbons del 1986. In occasione dell'uscita del film io e tre amici abbiamo messo per iscritto alcune ragioni per vedere o non vedere il film e per leggere o non leggere il fumetto.



Leggere il fumetto
  • La maestria con cui è architetta la storia la colloca ampiamente fra i capolavori del fumetto;
  • La caratterizzazione dei personaggi dimostra una cura maniacale del dettaglio da parte degli autori;
  • La scelta di raccontare più storie contemporaneamente e, allo stesso tempo, un storia sola, compresa la storia del Vascello Nero, un esempio di lettura di fumetto nel fumetto, dimostra che Watchmen è una visione d'insieme della stessa situazione;
  • Il mondo, visto attraverso gli occhi dei vigilante, è crudo, forse anche troppo, ma testimone del periodo in cui è stata scritta la Graphic Novel



Non leggere il fumetto
  • È oggettivamente pesante da leggere. Alcune parti passano lente mettendo a dura prova la volonta del lettore a proseguire
  • Non è una lettura da neofita o, peggio, da estraneo al mondo del fumetto. Leggere Watchmen preclude avere conoscenze dei topos del fumetto supereroistico americano e del contesto politico in cui è stata pubblicata la Graphic Novel



Vedere il film
  • C’è Carla Cugino e questo potrebbe anche bastare;
  • Gli effetti speciali sono all’apice della spettacolarità;
  • Il regista è lo stesso di 300 che è venuto discretamente bene;
  • Sotto sotto c'è un po' di curiosità nel vedere come hanno reso l'intreccio narrativo di Alan Moore;
  • La visione di Watchmen, per chi non ha letto la graphic novel, potrebbe anche essere lo stimolo per leggere il fumetto.



Non vedere il film
  • La complessità della trama del fumetto, la profondità dei temi trattati sono difficili da riportare nel film
  • Il regista è lo stesso di 300, solo che la graphic novel di Miller è molto meno complessa da rendere al cinema, al contrario di Watchmen
  • I produttori del film contano sulla curiosità dei fan del fumetto su come è venuta la trasposizione, nonostante usciranno dal cinema delusi e con il portafoglio più leggero
  • Altri fumetti di Alan Moore sono stati portati su pellicola. La leggenda degli uomini straordinari è pessimo, La vera storia di Jack lo squartatore è tutto fuorché il fumetto. Constantine stravolge completamente il personaggio di Hellblazer. L'unico degno è V for Vendetta, ma 3 su 4 è decisamente allarmante.


A fronte di tutti questi punti, personalmente, sono abbastanza convinto di non andare a vedere Watchmen, ma non vorrei che sentiste solo la mia voce. Vi consiglio di andare a vedere i post dei miei amici a questi link
Curioso
Scacchino
Un Uomo in Calzamaglia


6 commenti:

Curioso ha detto...

"V for Vendetta degno" ... mah.
Film carino, eh? Trasposizione pessima.
Così come per From Hell.

scacchino ha detto...

Rosebud, mia adorata Rosebud.

Fuma ha detto...

@Curioso: sono d'accordo per From Hell, ma per V... almeno in quell'occasione il messaggio è stato rispettato. E condito con il bullet tume.

ni ha detto...

Io francamente ho trovato la trasposizione di V agghiacciante. Con un messaggio abbastanza stemperato e molto edulcorato nei toni per giunta. Tuttavia è un film ottimo da vedere per chiunque non abbia presente il fumetto da cui è tratto.

Valido il film, trasposizione fallita. (cfr. Curioso).

Sugli altri non mi pronuncio non avendo da fare confronti ravvicinati.



Su Watchmen... U_U

frangimerda ha detto...

La mia cultura fumettistica è limitata a Topolino, Tex, Dylan Dog, MM, Vampirella e Ratman.
Vado a vedere il film o leggo la grafycksz novelsz?

Fuma ha detto...

Il consiglio disinteressato è di leggere la graphic novel, però se proprio ti vuoi approcciare alla storia va bene anche il film.
L'altro giorno, giusto per fare un esempio, parlavo con una mia amica di questo genere di film: a lei è piaciuto l'Uomo Ragno mentre gli X-men non le avevano detto niente, semplicemente perché l'uomo Ragno lo conoscono tutti, mentre gli X-men no.
Probabilmente non c'entra una fava come paragone, però ci sta bene.